Gioco d’azzardo, il M5S contro Toti

maggio 4, 2017

by — Posted in Varie

Il gioco d’azzardo continua ad essere argomento di discussione all’interno del mondo della politica: lo scontro si sposta dalla battaglia contro i mezzi che permettono di effettuare scommesse e giocate all’ennesima lite tra il Movimento 5 Stelle e Giovanni Toti.

Le parole non accentate da parte del Movimento

Giovanni Toti, politico e giornalista, è tornato a parlare del gioco d’azzardo effettuando delle affermazioni che sembrano non essere di gradimento ai rappresentanti del Movimento 5 Stelle.
Il tutto comincia durante le prime settimane del mese di marzo 2017 quando Toti ammise che il gioco d’azzardo deve essere tenuto sotto controllo per evitare situazioni come quelle in cui qualche settimana fa, in fascia protetta è andata in onda una pubblicità riguardante la slot machine Golden Sevens.
Tabaccherie e ricevitorie rappresentano, infatti, un luogo dove il pericolo del gioco d’azzardo risulta essere assai diffuso e soprattutto in grado di rovinare la vita alle persone.
Il politico ha anche sostenuto che vi sono diversi politici e partiti che non considerano questo strumento come una vera e propria piaga sociale che, lentamente, riesce a rovinare l’esistenza alla popolazione.
La patologia del gioco d’azzardo risulta essere molto diffusa e non permette alle persone di poter condurre una vita normale e semplice.
Proprio questa affermazione, relativa ai gruppi politici ha fatto in modo che il M5S alzasse le orecchie e iniziasse a controbattere alle affermazioni del politico giornalista, ritenute come poco corrette nei loro confronti.

La risposta del Movimento

Il Movimento 5 Stelle non ha di certo atteso tante settimane prima di far sentire la sua voce e rispondere alle accuse formulate dal politico.
Secondo il loro punto di vista, infatti, cercare di sfruttare dei concetti e delle parole mai dette rappresenta una mossa scorretta nei confronti degli avversari politici.
Questo soprattutto quando si parla di tematiche abbastanza gravi e delicate come quelle che riguardano appunto il gioco d’azzardo.
Per il Movimento si tratta quindi dell’ennesima scusa per gettare fango sulla loro immagine, cosa che non fa altro che creare una sorta di problematica che potrebbe invece essere facilmente sconfitta se tutte le forze politiche decidessero di adottare delle soluzioni che risultano essere abbastanza semplici ma soprattutto concrete.
Pertanto la guerra del Movimento 5 Stelle contro tutti gli altri partiti prosegue ancora una volta senza alcun limite, dando una semplice dimostrazione di come, in alcune occasioni, basti anche una semplice affermazione per fare in modo che la situazione possa lentamente precipitare e divenire assolutamente insostenibile sotto ogni punto di vista.

Il problema del gioco d’azzardo in Italia

Quello del gioco d’azzardo sul suolo italiano non è di certo un problema nuovo conosciuto da pochissimo tempo.
Al contrario, invece, si parla di una vera e propria battaglia che dura da diverso tempo e che potrebbe andare avanti per tantissimi altri anni.
Il nocciolo della questione è da ricercarsi nella mancata voglia di trovare un sistema concreto che permette alla popolazione italiana di evitare delle situazioni che risultano essere tutt’altro che piacevoli da affrontare.
Si parla ovviamente di una situazione che risulta essere poco chiara e che vede costantemente i politici affrontarsi su argomenti di interesse sociale senza però adottare delle misure che siano utili per tutelare tutte le persone ed evitare che queste possano cadere nella problematica del gioco d’azzardo.
Di conseguenza la guerra tra i vari partiti e opinioni continua ad impedire che vi possano essere delle soluzioni utili per evitare che tantissime persone possano andare incontro a questa particolare problematica, dettaglio che non deve essere assolutamente sottovalutato e che, al contrario, deve essere sempre presente nella propria mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *